BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPILLO/ Merkel come Kohl: lo scatto della Germania

Pubblicazione:mercoledì 12 settembre 2012

Angela Merkel (Infophoto) Angela Merkel (Infophoto)

P.S.: quarantott’ore fa, sul Sussidiario, avevamo riflettuto sull’apparente ipoteca tecnocratica sul futuro “Monti-2”, dopo le elezioni. A caldo ci sentiremmo oggi di accreditare un “Monti-2” con una più forte ipoteca europea (e già notavamo come pochi giorni fa Monti sia intervenuto a Firenze a una convention di parlamentari del Ppe: la stessa formazione che rappresenta la super-Merkel in un Parlamento europeo destinato a crescere rapidamente di ruolo. Da ultimo: nessuno dimentichi che la Merkel ha esordito in Germania come cancelliere di una “grosse koalition”).



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
13/09/2012 - Fa bene a non firmarsi (Moeller Martin)

Poche righe ma tanti errori: fa bene a non firmarsi! 1) Kohl e la Merkel non sono cristiano sociali ma cristiano democratici, che è un'altro partito! 2) L'economia tedesca non si basa su un sistema di mercato sociale nel senso di sussidiarietà secondo l'interpretazione comune italiana, ma su una economia di mercato tra le più liberali ed uno stato concentrato su un minimo di attività strategiche ed abbastanza efficiente nella erogazione di prestazioni e di servizi. 3) La Bundesbank è la banca di stato ed in quanto tale non è gestita dai banchieri. 4) La Merkel è stata la pupilla di Kohl prima di diventare cancelliera. 5) Le coalizioni in Germania si decidono dopo le elezioni e non prima. La grande coalizione è un governo politico come tutti gli altri e non ha nulla a che spartire con le ammucchiate o i governi di solidarietà evocati da Casini. 6) Il presidente della Bundesbank, Jens Weidman, è il pupillo della Merkel. Non si faranno mai la guerra. Vedere per credere: http://www.ftd.de/karriere/management/:jens-weidmann-merkels-ordnungspolitiker/43918.html Non so se abbia battuto un colpo, ma di sicuro la Merkel ha confermato di essere una grandissima statista. Chi lo nega non ha capito che quella da sola si sta costruendo l'Europa come piace a Lei e alla Germania, in barba a tutti i suoi detrattori e furbissimi antagonisti tipo Monti o Hollande. Diamole la cittadinanza onoraria e il seggio di senatore a vita. Si sa mai che accetti di governarci...

 
12/09/2012 - Un nuovo compito per Monti (Giuseppe Crippa)

Immagino che Monti ringrazierà con un sorriso Credit per l’autorevole “endorsement” ma declinerà l’invito. Un nuovo compito lo attende: chi meglio di lui potrebbe essere il primo Commissario Europeo eletto a suffragio universale?