BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FIAT/ 2. Monti-Marchionne, ecco le carte sul tavolo dell’incontro

Mario Monti e Sergio Marchionne (Infophoto) Mario Monti e Sergio Marchionne (Infophoto)

Proprio partendo da questo aspetto rilevante per il futuro, Monti potrebbe discutere come la Fiat partecipa alla metamorfosi delle economie avanzate le quali non stanno affatto abbandonando l’industria, ma si stanno specializzando nella fascia alta, quella a più elevati contenuti tecnologici, mentre la produzione di massa nei paesi ricchi declina inesorabilmente, lasciando il posto alla manifattura su misura, come sottolinea Peter Marsh nel suo libro sulla nuova rivoluzione industriale.

È un processo nel quale anche l’industria dell’auto è immersa, anche se non ne è più il motore. In questa grande trasformazione l’Italia, patria del “taylor made”, potrebbe ritrovare una nuova giovinezza. Qui sì il governo ha un compito importante. Non per creare nuovi dannosi piani di settore, ma per favorire una più efficiente e moderna aggregazione delle imprese e dei fattori produttivi. È questa la sfida. Tamponato lo spread finanziario, adesso bisogna aggredire lo spread produttivo.

© Riproduzione Riservata.