BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FIAT/ Incontro azienda-governo: le reazioni di politica e sindacati

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

Il numero uno di Uil, Luigi Angeletti, si appoggia invece alle parole di Romiti: “La Fiat deve rischiare un po' di più, gli imprenditori non possono investire solo quando si vende. Non sentiamo bisogno di tavoli e discussione che servono solo a fare teatro. Serve un confronto serrato per capire quali sono i modelli e quando li vorranno produrre in Italia. Concordo con Romiti, bisogna evitare gli alti e i bassi che non danno certezza all'azienda e ai suoi lavoratori”. “Ci aspettiamo a breve una convocazione dal governo, perché operai e impiegati in tutta Italia chiedono certezze", ha invece fatto sapere il segretario dell'Ugl, Giovanni Centrella: “Servono garanzie precise dal governo, prima ancora che dall'azienda, per riportare una relativa serenità tra quanti si sentono a rischio, e non sono pochi”.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
23/09/2012 - FIAT (delfini paolo)

Non mi faccio troppe illusioni, la fiat ha purtroppo imboccato la strada che ha imboccato.