BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FIAT/ L’esperto: i risultati di Chrysler spingono Marchionne a lasciare l’Italia

Pubblicazione:

Sergio Marchionne (InfoPhoto)  Sergio Marchionne (InfoPhoto)

Va detto anche che, effettivamente, Marchionne non ha mai nascosto di essere convinto che l’Europa sia un continente in declino.  

I problemi con i sindacati, invece, sono determinanti o secondari?

Se il mercato del lavoro italiano non fosse connotato dalla ben nota assoluta assenza di  flessibilità, il mercato automobilistico, probabilmente, continuerebbe a essere depresso; tuttavia, sarebbe minore la tendenza a spostare all’estero la produzione.

In che modo i risultati di Chrysler potrebbero incidere sulla Fiat italiana?

Temo in maniera negativa. I dati, infatti, confermano la tesi da sempre sostenuta da Marchionne in base alla quale condizioni di maggior flessibilità consentono di ottenere dei risultati apprezzabili. Marchionne si sentirà suffragato nel dire che, in Italia, non è possibile mantenere la produzione. 

 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.