BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

MOODY'S/ La "guerra dei mondi" resterà senza vincitori?

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

L’incompatibilità tra i due modelli non poteva esprimersi più chiaramente. Il paradosso è che tra i due litiganti non ce n’è un terzo che possa godere; e per molte ragioni può darsi che entrambi soccombano a una crisi globale che travalica questa “guerra dei mondi” ed esprime l’impotenza ormai conclamata delle istituzioni politiche a gestire un sistema troppo complesso, dove la forza auto-regolatoria (si fa per dire) dei mercati è sfuggita di mano ai legislatori e ai governanti e li sovrasta, finendo spesso con lo schiacciarli.

E mentre Europa e Usa divergono sempre di più, sinistri segnali di scricchiolii arrivano anche dai Paesi che ci avevano abituato a una crescita galoppante, Brasile, Russia, India e Cina. Costringendoci a chiederci dove mai il mondo ritroverà quella locomotiva della crescita che dovrebbe sostituire le vecchie motrici di Stati Uniti o Europa “germanica” o, peggio ancora, entrambe, che stanno infilandosi sul binario morto.

 

© Riproduzione Riservata.