BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ C'è una mail che inguaia la Spagna e Mario Draghi

InfoPhoto InfoPhoto

Appare chiaro, quindi, che la richiesta di un salvataggio in piena regola è dietro l'angolo da parte del governo di Madrid, a meno che oggi Mario Draghi non sorprenda tutti annunciando misure decisamente più drastiche di quelle filtrate ieri e dichiarando quindi guerra aperta alla Bundesbank. Sembra che la prima operazione di attivazione sia stata limitata, solo 400 milioni di euro ma rimane lo stigma, il precedente: Madrid è stata costretta, anche se per una volta soltanto, a seguire la strada già imboccata da Atene, Lisbona e Dublino, una volta che le loro banche avevano esaurito ogni opzione finanziaria alternativa. Il problema è sempre lo stesso: l'assenza di collaterale, il fatto che le banche spagnole siano completamente dipendenti dai finanziamenti europei. E, purtroppo, interpellata dal Wall Street Journal, la Banca centrale di Spagna non ha potuto negare ma soltanto cercare di ridimensionare l'accaduto attraverso questa e-mail: “fornitura di liquidità che esuli da operazioni di politica monetaria ordinarie rappresenta un frazione insignificante del prestito totale della Banca di Spagna al sistema finanziario”.

Insomma, se oggi Draghi non farà saltare fuori dal suo cilindro il proverbiale coniglio, temo che la reazione dei mercati sarà tutt'altro che positiva. E con la decisione della Corte costituzionale tedesca attesa per il 12 settembre, qualcuno potrebbe avere la tentazione di far partire una sell-off preventiva: a quel punto, entreremmo nel campo della profezia che si autoavvera. E Karlsruhe potrebbe cedere alla tentazione di decidere ciò che il popolo tedesco vuole: ovvero, il no al fondo ESM e la fine dell'eurozona così com'è.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
06/09/2012 - Capperi (Diego Perna)

Se la Bce con Mario Draghi riuscirà a tirar fuori il coniglio, a noi comuni mortali o imprese non resterà nemmeno un po' di sugo e nemmeno un cappero, nell'economia reale non si infilerà un centesimo, come già è successo per i mille MLD precedenti. Dico io, vero che così non finiamo nella catastrofe, crollo del sistema, fila alle banche, rivolte per la strada pane razionato, coprifuoco dopo le 18, divieto di riunirsi più di tre persone ecc.ecc.ecc., ma quanto può durare, chi dovrà e come ripagare i debiti con la Bce, e delle sue bazooKate. Può darsi che a me che non ho nè BTP nè Bund nè un cavolo di niente, tranne un tetto sotto il quale dormire e nemmeno amicizie influenti che mi sistemano la vita, non me ne freghi un bel niente, nè dei conigli nè di tutta questa sorta di addomesticamento alla miseria pian pianino? Come si fa a continuare a fare e dire sempre le stesse cose da 4 anni almeno? Buona Giornata