BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BORSE/ Bene Italia, Francia e Spagna. C'è attesa per le parole dei leader Ue a Cernobbio

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

(Infophoto)  (Infophoto)

Continua l’effetto Draghi, spread sotto i 350 punti base. Dopo aver terminato la seduta di ieri a 377 punti base, eguagliando così il minimo dallo scorso 4 maggio, il differenziale di rendimento tra i Btp decennali italiani e i corrispettii Bun tedeschi continua a scendere, ora a 349 punti. Positiva anche l’apertura della Borsa: a Piazza Affari il Ftse Mib, dopo aver chiuso ieri a +4,31% oggi sale ancora dell'1,09% a 15.952 punti. Tutto questo nonostante l’Ocse abbia rivisto a ribasso le stime sul Pil italiano, in calo per il 2012 da -1,7% a -2,4%. In calo anche lo spread della Spagna, sia pure in modo meno sensibile: il differenziale Bonos-Bund è sceso ora a quota 416 punti base, dopo aver aperto a 445, in calo di due punti sulla chiusura di ieri (447).

Sui listini italiani vanno forte i bancari che aprono in rialzo: Monte dei Paschi di Siena (+6,68%), Unicredit (+5,31%), Ubi Banca (+3,97%), Intesa San Paolo (+3.,67%), Banco Popolare (+3.08%). Bene anche Mediaset (+3,24%), Azimuth (+3,14%), Telecom Italia (+2,65%), Enel (+2,18) e Stm (+2.05%). I bancari sono anche i più scambiati insieme a A2A, Fiat e Fonsai. Maggiori ribassi per Pirelli Campari e Lottomatica, tutti inferiori al -1%.

Il cambio euro-dollaro è di 1,2678, lievemente in apprezzamento sulla chiusura di ieri (1,261). Ieri la moneta europea aveva a un certo punto della giornata manifestato segnali di ribasso, scendendo fino a 1,2559. A fine sedute però ha prevalso l’entusiasmo per i risultati ottenuti da Draghi.

In rialzo infine le quotazioni sul greggio: nella settimana al 24 agosto le scorte sono state di 357 milioni di barili, in calo di 7,4 milioni rispetto alla settimana precedente, assai più delle previsioni che si fermavano a -5,7. Il dato ha così contribuito al rialzo delle quotazioni del greggio. Mentre a New York il future sul Wti oscilla tra i 95 e i 97 dollari al barile, a Londra il brent è dato intorno ai 114.

Ora non resta che attendere lo sviluppo della giornata sulle borse di tutta Europa che per ora continuano ad essere dominate da sentimenti positivi e fiduciosi da parte degli investitori: Parigi e Madrid viaggiano in coppia a +1,26%, Bruxelles a +2,29%, Atene a +2,02%, mentre il Dax è a +0,64%.



  PAG. SUCC. >