BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERA/ Ecco la circolare dell’Inps che "blocca" i consumi

Pubblicazione:domenica 13 gennaio 2013

Infophoto Infophoto

Sì, perché se è vero che lui lavora e io no, lui guadagna e io no, è altrettanto vero che tale regola non rende efficiente il moto del meccanismo produttivo. Ancor meno efficiente quando vengono a mancare, alla mia propensione al consumo, 275,87 euro al mese. Io, insomma, avrò molto tempo da spendere per fare la spesa, non avrò il becco d’un quattrino per farla; a lui, danaroso, già propenso a risparmiare, con tutto quel che ha da fare, manca pure il tempo per spendere. Risultato: per riffe o per raffe così verrà a mancare la spesa, quella privata, che fa tanto crescere il Pil.

Che fare? Sssst.. sta facendo. Costretto all’abiura per avveduta disparità nel trattamento riservato agli invalidi totali rispetto a quelli parziali, ai non udenti, e non vedenti, per i quali il limite reddituale resta quello personale, sembra stia revocando quella circolare. In calce alla revoca vi è apposto un Post Scriptum: “Viene ripristinata l’erogazione della pensione pure ad Artibani per non inibire la sua propensione a spendere. Rimetto inoltre qualche incarico per avere così meno denaro da dover risparmiare, più tempo per spendere tutto quel che mi tocca”. Giust’appunto, il modo per aver modo di portare, entrambi, adeguato sostegno alla crescita economica.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.