BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Petrolio e commodities, nuove "bolle" in arrivo

InfophotoInfophoto

Scherzi (mica tanto) a parte, pensate davvero che Goldman Sachs comprerebbe petrolio a 140 dollari al barile, se davvero dovesse riempire la propria sede di barili o dovesse acquistare magazzini di stoccaggio? E Barclays, lo farebbe? Beh, con l’obbligo di consegna fisica sarebbe proprio così, tu compri petrolio di carta ma Cme o Nymex un mese dopo ti spediscono bei barilotti pieni di greggio. Eh sì, perché dovrà finire prima o poi l’epoca in cui la banca pinco pallino decide che il prezzo del petrolio dovrebbe essere X, fa raggiungere quella quota attraverso i futures e incassa un profitto. Il tutto per poi dire che invece il prezzo dovrebbe essere Y e lo shorta attraverso altra carta fino a riportarlo al prezzo iniziale, salvo incassare un altro profitto. Il tutto, senza un virgola di cambiamento nei fondamentali di mercato e a tutto detrimento dei consumatori-cittadini.

E non si tratta solo del petrolio, ormai l’abuso di manipolazione dei prezzi attraverso i contratti futures colpisce anche l’agricoltura e i suoi prodotti, ma anche il cotone, vero protagonista in negativo del mercato elettronico degli ultimi dieci anni. L’obbligo di consegna fisica del bene acquistato - ve lo vedete un presidente di hedge fund con l’ufficio pieno di soia o mais? - riporterebbe le dinamiche di mercato alla verità, ovvero alla ratio pura di domanda e offerta, eliminando la cartaccia che opera al rialzo e al ribasso in totale dispregio dei fondamentali. Non si può?

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
17/01/2013 - art. di Bottarelli. (Fausto Testaguzza)

Leggo con piacere i suoi articoli e condivido le sue ragioni sui mali della finanza che privatizza i guadagni e collettivizza le perdite ma, a costo di essere considerato un ingenuo, non riesco a capire le ragioni della politica che non agisce. In ogni caso grazie e buon lavoro.

 
17/01/2013 - Ma chi sono i gansters? (Pietro Sita)

Attendo con ansia un suo commento a questa chicca che ho appena letto su Bloomberg. La finanza è diventata peggio delle delle piaghe di biblica memoria. Al Capone e le mafie di tutto il mondo impallidiscono al confronto di questi banksters, sono dei piccolo e indifesi apprendisti! Tra l'altro i mafiosi, poverini, rischiano pure di finire in galera! Loro, i banksters, invece no, perchè ci potrebbero finire di mezzo degli innocenti, ci potrebbero essere dei contraccolpi al sistema bancario! Lo fanno solo per il nostro bene! http://www.bloomberg.com/news/2013-01-17/deutsche-bank-derivative-helped-monte-paschi-mask-losses.html