BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Ecco il "patto" nascosto da Monti, Berlusconi e Bersani

Mario Monti con Silvio Berlusconi (InfoPhoto)Mario Monti con Silvio Berlusconi (InfoPhoto)

Un ulteriore rafforzamento del coordinamento delle politiche economiche si ha con il varo da parte del Consiglio europeo del 24-25 marzo 2011 del Patto EuroPlus, un coordinamento più stretto delle politiche economiche per la competitività e la convergenza. Il Patto EuroPlus è uno strumento che si accompagna a Europa 2020 stabilendo riforme aggiuntive con l’obiettivo di migliorare la competitività e il livello di convergenza dei paesi. Il Patto EuroPlus è stato approvato dai capi di Stato o di governo della zona euro e vi hanno aderito Bulgaria, Danimarca, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania. Il Patto resta aperto all’adesione di altri Stati membri. Tutti gli Stati partecipanti devono presentare i loro impegni inserendoli nei rispettivi Programmi di stabilità o di convergenza e nei Programmi nazionali di riforma. Il cronogramma indica chi deve fare cosa e quando.

Questa nota può sembrare didascalica, ma nel silenzio degli innocenti, è bene che qualche voce si faccia sentire per far sapere agli italiani (e al resto dei 27) come stanno le cose. È possibile che si lavori tanto discretamente che anche il colto e l’inclito non si sono accorti di nulla. Tuttavia, da un lato, il semestre prevede un processo trasparente di consultazioni e, da un altro, non mancano occasioni per fare il punto: da una nota del Governo agli innumerevoli talk show televisivi.

© Riproduzione Riservata.