BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RICCOMETRO/ Blangiardo: vi spiego perché la Lombardia “teme” il nuovo Isee

Infophoto Infophoto

E’ evidente che uniformare i criteri per erogare prestazioni sociali in nome di un principio che non tenga conto delle diverse sensibilità, può risultare invasivo nei confronti di una comunità politica che si è data delle regole indicando alcune priorità. 

Qual è, in tal senso, la specificità lombarda?

La Lombardia, da parecchi anni, ha tenuto conto, seppure talvolta in maniera maldestra, della necessità di dare una mano alla famiglie con figli. Tradizionalmente, ha espresso sensibilità nei confronti di questi soggeti, ed è legittimo che continui a volerlo fare.

Concretamente, cos’ha fatto?

Ci sono stati degli intereventi sul piano della creazione, dell’educazione e del mantenimento delle famiglie: sono state effettuate delle operazioni volte ad aiutare i giovani a metter su la prima casa; sono stati destinati dei fondi ai nuovi nati e alla cura dei figli; e si è prodotta certa disponibilità a rendere accessibile il sistema scolastico secondo il principio della libera scelta.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
28/01/2013 - riccometro: purchè si faccia qualcosa.... (luca caserini)

L'accertamento del reddito reale è senza dubbio una priorità, contrariamente i levoratori dipendenti continueranno ad essere pesantemente discriminati. A volte tante parole nascondono la volontà di difendere i soliti furbi che possono dichiarare molto meno del reale. Se non partiamo anche da qui sarà difficile avere un buon welfare ed un fisco meno pesante per tutti.