BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

IL CASO/ 1. C'è un "Grande Fratello" che guarda nelle tasche degli italiani

InfophotoInfophoto

Ma il vero pericolo nella lotta al contante è la perdita di libertà dovuta all’utilizzo di strumenti elettronici capaci di tracciare ogni nostra transazione e ogni nostro movimento. Immaginate di passare per strada e di avere un sms in arrivo, perché siete passati di fronte a un ristorante e un sistema informatico vi invita a entrare per provare il piatto del giorno. Oppure un manifesto high-tech di una nota marca di auto si accorge del vostro passaggio (e della vostra disponibilità di spesa!) e vi propone uno sconto irrinunciabile sull’ultimo modello di quella marca. Non si tratta di fantasia, ma di un esperimento in corso a Tokio, dove esistono già 650 mila carte che possono essere lette da sensori a distanza: niente da strisciare, ma rilevamento a distanza tramite onde elettromagnetiche. Addio privacy.

Questo è quello che ci prepara il governo Monti? Una sorta di Grande Fratello delle nostre tasche? Cosa vuol dire la sua affermazione secondo cui “questa nuova forza politica sarà certamente moderata nei toni; ma non nel programma perseguito”? Vuol dire che sarà una dittatura di fatto, applicata coi guanti?

Ma non riusciranno nel loro intento. Tanti italiani si stanno svegliando e si stanno organizzando in tutta Italia. Dai Forconi in Sicilia, all’Associazione di Azione Territoriale a Milano. Come non essere ottimisti?

© Riproduzione Riservata.