BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ I fondi Usa sono pronti a "mangiarsi" la Grecia

Infophoto Infophoto

E che la torta faccia gola, lo si capisce dai numeri. Se il prezzo dei titoli di Alpha e Piraeus è salito solo dell’8% da quando i fondi Usa hanno cominciato a fare incetta, di fatto aumentando il capitale, i warrants tradati separatamente sono saliti rispettivamente dell’80% e di oltre il 100%. Questi warrants possono essere scambiati per azioni a un livello predeterminato e prima questo accade, più rapidamente il controllo della banca passa dallo Stato al settore privato: «Sarebbe bello trovare il modo di accelerare ulteriormente la privatizzazione, visto che la domanda sta crescendo enormemente», ha dichiarato festante al Financial Times, Vassilios Psaltis, direttore finanziario di Alpha. Un unico ostacolo per ora sta fermando questo processo, ovvero i prezzi di conversione ancora troppo alti per tentare gente scafata come i gestori di hedge funds: o si abbassano i trigger prices, oppure addio accelerazione tanto voluta e benedetta.

Peccato che ci siano le clausole chiare degli accordi tra Grecia e troika, i quali non prevedono possibilità di rinegoziazione dei termini dei salvataggi bancari. Almeno per ora, perché un domani non troppo lontano si potrebbero leggere bilanci e dati macro con l’occhio un po’ annebbiato e pur di vendere al mercato la balla della grande ripresa greca, qualcuno potrebbe ritenere il male minore - se non addirittura un manna dal cielo - il fatto di lasciare le banche greche nelle mani dei fondi speculativi Usa e lavarsene le mani, una volta per tutte, spingendo a tutta forza su privatizzazioni, dismissioni e tagli nel pubblico impiego come unici vincoli per continuare a erogare credito. È il mercato, lo ripeto, funziona così. Ma voi vi fidereste di una banca che ha come socio di maggioranza, anche se solo relativa, un hedge fund newyorchese? L’ultimo, terminale tradimento del popolo greco e della sue sofferenze sta per essere posto in atto. Nessuno sia così ipocrita, poi, di lamentarsi se in caso di voto anticipato Alba Dorata prenderà il 30%. 

© Riproduzione Riservata.