BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE DI STABILITA’/ La proposta Pd-Pdl: niente Irpef per redditi inferiori ai 12mila euro

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

"Con effetto dal primo gennaio 2014, il Governo è delegato a istituire una soglia di esenzione dall'Irpef per tutti i soggetti che dichiarano un reddito complessivo inferiore a 12mila euro". E’ questo il contenuto di due emendamenti alla Legge di Stabilità presentati da Pd e Pdl, rispettivamente con Giancarlo Sangalli e Anna Cinzia Bonfrisco come primi firmatari, per intervenire sul cuneo fiscale e abbassare il costo del lavoro. Secondo la relazione tecnica dell'emendamento, tale misure avrebbe bisogno di una copertura di circa 1,8 miliardi, “senza considerare la perdita di gettito dei comuni e delle regioni per effetto della riduzione delle entrate relative alle addizionali comunali e regionali all'Irpef". E’ stato invece l’ex ministro Maurizio Sacconi, attuale presidente della Commissione Lavoro del Senato, a chiedere di sostituire il taglio del cuneo fiscale andando a tassare tutto il salario di produttività al 10%. Tale misura verrebbe applicata ai redditi inferiori ai 40.000 euro annui su una retribuzione lorda non superiore ai 6.000 euro. Un altro emendamento, firmato dalle senatrici Pdl Anna Maria Bernini e Mariarosaria Rossi, ipotizza di eliminare la tassa sulla prima casa anche con il nuovo regime della Tasi.



© Riproduzione Riservata.