BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Spagna e Irlanda, un successo che nasconde una fregatura per l'Italia

Enrico Letta (Infophoto)Enrico Letta (Infophoto)

Applaudire chi ti paga il conto è una delle cose più semplici del mondo. I crediti delle banche tedesche nei confronti di Spagna e Irlanda sono stati pagati, e in tutta risposta ora da Berlino stanno anche dicendo che intendono introdurre delle regole di salvataggio (bail-in) delle banche tali per cui qualora l’Italia dovesse andare in difficoltà a pagare dovranno essere in prima battuta i risparmiatori, quali gli obbligazionisti e i correntisti, e solo in seconda battuta il fondo europeo. Stanno quindi dicendo chiaramente che gli italiani hanno pagato per gli altri, ma che per noi non sarà mai possibile ricevere gli stessi aiuti qualora ne avessimo bisogno.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
18/11/2013 - Hanno pagato tutti. (Giacomo Cerrai)

Come scritto correttamente nell'articolo: "...l'Italia che ha versato il 20% del totale...". Nessuna disinformazione.

 
16/11/2013 - Hanno pagato tutti (Moeller Martin)

Leggendo l'articolo di Aquilini si ha la netta sensazione che sia stata l'Italia a pagare il salvataggio di Irlanda e Spagna. In realtà hanno pagato tutti gli stati europei secondo uno schema ben preciso di suddivisione per peso specifico dei singoli membri. E qui l'italia non è nemmeno tra i maggiori contribuenti. Solita disinformazione costruita ad arte per una certa parte politico/culturale.