BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SPENDING REVIEW/ Una "ragnatela" frena i tagli di Cottarelli

InfophotoInfophoto

L’indicazione generale del governo è di usare i proventi del taglio alla spesa pubblica per ridurre la pressione fiscale. Sarebbe auspicabile introdurre, in tal senso, anche un vincolo legislativo. Abbassare le imposte sortirebbe l’effetto di rilanciare la crescita che, secondo il governo, sarà nel 2014 dell’1,1%, mentre secondo l’Ue, l’Istat, la Banca d’Italia e la Corte solo dello 0,7%.

 

Altra fonte di entrate potrebbe essere fornita dalle privatizzazioni. Cosa ne pensa dell’ipotesi di dismissione di quote di Eni, Enel, e Finmeccanica?

Le aziende citate sono campioni nazionali che si confrontano attivamente sui mercati mondiali, e non dei pachidermi come le partecipazioni statali degli anni ’70. Insomma, aziende efficienti che danno un grande contributo allo Stato (e ai suoi azionisti privati), in termini di efficienza e ricavi. Metter mano a questo settore significa toccare realmente l’interesse nazionale. Sarebbe opportuno, quantomeno, procedere con una certa cautela. Tanto più che il nostro sistema industriale è già stato eroso dalla crisi. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.