BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Banche e spread, i numeri che possono "uccidere" l'italia

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Il problema del peso che sarà assegnato al possesso dei titoli pubblici in sede di stress riguarda pressoché esclusivamente le nostre banche: gli altri sistemi dei paesi cosiddetti periferici o perché poco esposti o perché già “sotto cura”, risultano sostanzialmente esenti. Appare dunque evidente che, per ragioni di efficacia della politica monetaria e dunque di perseguimento dei fini propri della Banca centrale europea; per la necessità di creare realmente un “livellamento del campo di gioco” in materia di vigilanza bancaria; per non penalizzare ancora gli stimoli a una crescita reale dell’economia, specie in quei paesi che proprio per la loro debolezza ne hanno più necessita e, da ultimo, tenuto conto che le nostre banche “hanno già dato”, siamo nelle condizioni di pretendere che in sede di stress test, il possesso dei titoli pubblici non risulti in alcun modo penalizzante.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
27/12/2013 - Il modello Cipro ci attende (Carlo Cerofolini)

Dovrebbe essere così per le banche italiane e per gli italiani che hanno già dato, svenandosi in favore soprattutto della Germania, ma – visto la classe politica e dirigente che abbiamo - sicuramente le cose andranno per il verso opposto e per noi si prospetterà molto probabilmente il modello Cipro.