BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Euro, Francia e Germania hanno "fregato" l'Italia

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Angela Merkel e Francois Hollande (Infophoto)  Angela Merkel e Francois Hollande (Infophoto)

Senza l’euro, il valore del marco oggi sarebbe più alto del 40%. Significa che la Germania avrebbe sicuramente ridotto le sue esportazioni. Ma noi con le regole di Maastricht e con l’introduzione della moneta unica abbiamo fatto alla Germania un altro regalo, offrendole il monopolio economico dell’Europa.

 

Quale altro regalo?

Con la moneta unica le altre nazioni non possono più svalutare le loro monete, che non ci sono più. Questo spiega due cose quanto mai interessanti.

 

A cosa si riferisce?

Innanzitutto si prevede già che quest’anno la Germania passi dal 3° al 2° posto come esportatore mondiale; in Europa invece è al primo posto da anni. In secondo luogo, la Germania è sotto osservazione - si badi bene “sotto osservazione” non sotto procedura d’infrazione, che sono due cose ben diverse - da parte della Commissione di Bruxelles.

 

Per quale motivo?

Già da tre anni supera il 6% del valore delle esportazioni rispetto al Pil, cosa non consentita dalle attuali regole dell’Ue. Questo crea ovviamente una grande asimmetria.

 

(1- continua)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
27/12/2013 - il trattato di maastricht (antonio petrina)

Il sogno di maastricht,incompreso ad oggi, ben lo scrisse il compianto Guido Carli ( Cinquant'anni di vita italiana,1996), per il quale,non era maastricht il delirio di mefistofele ,ma dagli Usa arrivano buone notizie sull'emissione di moneta della Fed e sulla crescita . Quindi o in terra UE ritornano gli investimenti previsti e consentiti dall'art 104 c) nel limite del 3%, per ridurre il debito,altrimenti la nave affonda come quella di schettino!

 
27/12/2013 - commento (francesco taddei)

i grandi paesi (francia,germania,gbr..) pensano l'europa come strumento per accrescere il loro potere e non ci pensano nemmeno lontanamente di fondersi in un'entità astratta (europa)facendo evaporare la propria identità come facciamo noi italiani, ben guidati in questo dal re giorgio, dai socialisti e pure dai popolari come mauro. Nè pensano di trattare alla pari con un paese sconfitto e incapace come l'italia.