BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ Banche, l'ariete per attaccare l'Italia

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Incapaci? Gente che ama buttar via i soldi? No, gente che scommette comprando a poco e vendendo a moltissimo, visto che quando si toccherà il punto di non ritorno qualcuno - Russia, Cina, magari l’Ue, visto che dopo quelle russe le banche più esposte nel Paese sono quelle austriache - metterà mano al portafoglio per salvare l’Ucraina, trasformando di nuovo quei bonds in affari lucrosi. Geofinanza allo stato puro, altro che seconda rivoluzione arancione.

Attenzione, temo che febbraio sarà il mese del grosso crash, ma nel frattempo non mancheranno le avvisaglie, soprattutto per l’Italia. Parlo di Mps ma non solo, parlo dei timori per una sempre più probabile richiesta di accantonamenti extra per le nostre banche in vista di svalutazioni sui bond sovrani detenuti, parlo di un attacco in grande stile che trasformi le minacce mafiose - avete letto bene, parlare di scetticismo significa usare un linguaggio mafioso - di Olli Rehn in pretesto per “coprirsi” dal rischio Italia. A meno che la Bce oggi non impugni il bazooka, questa volta davvero però. Serve, insomma, capire che la regolamentazione pro-ciclica posta in essere per le banche non ha fatto altro che ammazzare quel poco di ripresa che si poteva stimolare attraverso la creazione e concessione di credito. Le nostre banche sono a rischio, già oggi, serve proteggerle. Ma il tempo sta davvero scadendo. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
05/12/2013 - Con Letta & C. il naufragio ci attende! (Carlo Cerofolini)

Pensare che Letta & C. – degno (sic) successore di Monti - possano salvarci dalla tempesta perfetta che ci farà rovinosamente naufragare su scogli accuminati, temo che sia un vasto programma. Usque tandem…