BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TASSE/ Giannino: Iva e Irpef, l'italia sta uccidendo la classe media

Infophoto Infophoto

Ha scelto di graduare maggiormente gli aggravi di piccola impresa e grandi gruppi, per preservare le aziende meno solide. Altri Paesi hanno utilizzato la leva del contenimento della spesa al contrario di quanto si è fatto invece in Italia. Nel frattempo la lotta all’evasione fiscale ha fruttato 5,8 miliardi.

 

Questo fenomeno è la causa o la conseguenza della pressione fiscale troppo elevata?

Negli ultimi anni sono stati messi a bilancio 11-12 miliardi l’anno per la lotta all’evasione. Ma i contribuenti italiani non hanno mai visto una restituzione di una quota di queste somme sotto forma di alleggerimento fiscale, malgrado tutte le volte che destra e sinistra hanno promesso di farlo. La lotta all’evasione non ha un effetto di attenuazione della crisi della domanda interna, perché non si traduce mai in un rimborso ai contribuenti onesti.

 

Qual è la vera alternativa a questo continuo aggravio fiscale?

È possibile estendere l’area imponibile e il gettito attenuando l’iper-progressività dell’Irpef sulle persone fisiche. Con le aliquote attuali chi supera un reddito di 28mila euro lordi annui, cioè meno di 2mila euro netti al mese, passa dall’aliquota del 27% a quella del 38%. Ciò equivale a uccidere il ceto medio, e lo documenta il fatto che buona parte dei 152 miliardi di prelievo Irpef proviene appunto dalla middle class.

 

Con quali conseguenze?

È un delitto il cui effetto è deprimere i consumi interni. Per anni su questo la destra non ha mai mantenuto le sue promesse, ma la sinistra per prima dovrebbe rifletterci visto che l’iper-progressività è una sua bandiera storica. L’Irpef strutturata su cinque aliquote ottiene effetti totalmente contrari alla crescita e punisce la classe media che, insieme ai nove milioni di italiani poveri, sono le due vittime di questi anni.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
09/12/2013 - Nessuna meraviglia (Carlo Cerofolini)

Nessuna meraviglia, questo è quello che capita quando una Nazione ha una classe politica e dirigente di scarsa qualità e che pensa solo ed unicamente a tutelare i loro piccoli particulari.

 
09/12/2013 - Era prevedibile (Antonio Ferri)

Regnando la sinistra tassa e spendi e con dx fatta perlopiù da ladri, era ampiamente preveribile che finisse con un egualitarismo verso il basso ossia tutti uguali e non importa se più poveri, anzi. Poi come al solito ci sono le eccezioni costituiti dagli appartenenti alle varie caste.

 
08/12/2013 - Traviati (Diego Perna)

Ieri alla Scala di Milano non si vedeva crisi. É la storia delle macchie di leopardo, ecco in questa macchia non c' é alcun problema, come vede la ripresina di Letta, Alfano , Lupi e co c' é, lo hanno visto sia Napolitano che Barroso.