BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI/ Pelanda: 100 miliardi smontano le promesse dei "pifferai"

Pubblicazione:lunedì 11 febbraio 2013

Infophoto Infophoto

Tra le due azioni, l’operazione “patrimonio contro debito” sarebbe quella più risolutiva e motivo solido di credibilità per alleggerire la pressione del Fiscal compact sull’Italia. Che di questo non si parli in campagna elettorale è sorprendente e preoccupante.

 

www.carlopelanda.com



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
11/02/2013 - debito e patrimonio (Paolo Bini)

di debito contro patrimonio pubblico parla Oscar Giannino, e diffusamente.

 
11/02/2013 - e se si riuscisse a far comprendere ai paesi UE.. (antonio petrina)

E se si riuscisse a far comprendere agli eurocrati che D/Y è un rapporto che vale solo nei periodi di sviluppo e che in periodi di grave recessione ,come dalla legge n 243/2012 sul pareggio di bilancio ,si facoltizza il nuovo governo che uscirà dalla elezioni del 24/25 febbraio, a proporre alla CEE gli scostamenti degli obiettivi programmatici strutturali di finanza pubblica con relativo piano di rientro ( cfr. art 6,L.243 cit.), destinando le risorse disponili a tal uopo ? Le agende stabiliscono le priorità di intervento ed utilizzo delle predette risorse : patrimoniale o risparmi della spesa pubblica /minori consumi. Tertium don datur!

 
11/02/2013 - ottima considerazione (maria gonano)

Certamente l'esperienza fatta ieri col banco farmaceutico è illuminante. Entra in farmacia un anziano pensionato,si vede che ha pochi soldi, torna indietro e dice " quello che posso una cibalgina a quelli lì" (per i bisogni della povera gente).Mi trovo in sintonia con quanto sostenuto da Pelanda a proposito delle promesse dei "pifferai" Leo Aletti (lascio a voi cogliere il nesso)