BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BPM/ Borghi: vi spiego cosa (non) cambia con la trasformazione in Spa

Pubblicazione:mercoledì 13 febbraio 2013

Infophoto Infophoto

Ogni persona vale un voto. A prescindere dal pacchetto di azioni di cui dispone. La banca popolare, di fatto, è governata dalla lista, costituita, in genere, da azionisti o dipendenti organizzati in sindacati, che riesce a eleggere più voti.  

Cosa cambia per i correntisti con la modifica societaria?

Assolutamente nulla. Resta tutto come prima.

E per le imprese del territorio cui l’azione delle popolari dovrebbe essere particolarmente vocata?

Anche in tal caso nulla. Per il semplice fatto che non mi risulta che la banca sia mai stata particolarmente benefica nei loro confronti. Anzi, piuttosto sono stati erogati soldi che non sarebbero dovuti essere prestati.

Si è parlato di compartecipazione dei dipendenti ai risultati, di borse di studio e altri benefit che preservino la mutualità.

Si tratta di specchietti per le allodole. La banca ha preso atto di aver fallito e, adesso, è costretta a dimostrare di essere seriamente intenzionata a cambiar pelle.

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.