BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ 2. Cosa sta "tramando" la Germania alle spalle dell'Italia?

InfophotoInfophoto

E qui casca l’asino. Tutti gli analisti, tutti, hanno detto chiaramente che sul finire di febbraio è atteso un rimborso maxi presso la Bce, una strategia comune decisa dalle banche per mandare un segnale di salute: se anche non fosse così - che pare essere il dubbio di SocGen - con la Bce che ha già pianificato misure di offsetting per evitare crisi di liquidità (taglio del costo di finanziamento o ulteriore allentamento sul collaterale), cosa cambia da qui a venerdì? Nulla, o arriva il falso segnale dalle banche o comunque c’è lo scudo Bce. Secondo, le elezioni italiane. E qui la cosa si fa più interessante.

In parole povere, SocGen, cioè una delle principali banche francesi ed estremamente esposta sull’Italia, lascia intendere che le aspettative degli investitori tedeschi che hanno spinto alle stelle lo Zew sono legate anche all’esito del voto in Italia. Bene, se la Suddeutsche Zeitung ieri diceva a chiare lettere che gli investitori tedeschi sono terrorizzati da un possibile ritorno di Berlusconi, cosa dobbiamo leggere tra le righe? Il problema è che con quasi certezza, dalle urne non uscirà un risultato chiaro - nonostante i siluri giudiziari e non dell’ultim’ora - e quindi sarà davvero dura che il sentiment dipinto in prospettiva dal’indice Zew possa trovare conferme.

Ma questo lo sanno tutti, da settimane ormai: quindi, gli investitori tedeschi vivono di aspettative folli o forse sanno qualcosa che noi non sappiamo? E che, magari, ci farebbe piacere sapere prima del voto.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
20/02/2013 - commento generico (z314 george)

La situazione è sicuramente grave, per l'italia tragica... l'articolo mette in evidenza molte cose che non possono far star tranquilli... ma dov'è la notizia? tutto ciò lo si deriva dall'indice zew che aumenta? trattasi di uno degli indici mensili più volatili del panorama, far derivare dal suo aumento (che tra l'altro potrebbe quantomeno non essere un fatto negativo) addirittura delle trame tedesche contro l'italia... E' per altro vero che sarebbero incauti (i tedeschi) quasi quanto gli italiani se non prendessero in considerazione scenari, almeno a livello di studi e/o simulazioni, in cui la situazione precipitasse (mi riferisco ovviamente alla caduta dell'Euro)... solo in italia si preferisce rincoglionirsi con favole elettorali che farebbero ridere anche i puffi. Meno complottismo, dati economici e loro valutazione ed analisi più legati alla realtà e meno al "sentiment" insieme a meno finanza creativa e più onestà.... ogni tanto sognare può aiutare il "sentiment".

 
20/02/2013 - commento (francesco taddei)

cosa bolle in pentola? cè che quando in italia si trova qualche tesoretto di industria ger-fra-uk devono metterci le mani sopra. non sia mai che gli italiani alzino la testa.