BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

J’ACCUSE/ L’euro (e la Merkel) stanno ammazzando le nostre imprese

Infophoto Infophoto

Nel recente passato, infatti, la Bce ha limitato il rialzo dell’euro sul dollaro quando il primo arrivava vicino all’1,45 sul secondo, ma la soglia di competitività per l’export italiano, in base ai dati 2012, è sotto l’1,30. Poiché è improbabile un accordo G20 per limitare le svalutazioni, ci restano solo due speranze: (a) almeno un accordo euro-dollaro; (b) una politica monetaria europea più realistica.

 

www.carlopelanda.com

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
04/02/2013 - i magliari (Claudio Baleani)

Caro Pelanda, le Sue speranze sono illusorie. Ma sia chiaro che non è la finanza la carnefice d’Italia, ma il contrario. Abbiamo mandato Monti a fare due riforme che non riformano nulla e i nostri partner europei hanno fatto finta che siano la soluzione dei nostri mali (la Merkel ha detto che era impressionata dai progressi dell’Italia) cercando di imbrogliare chi ci presta i soldi per convincerli a farci credito. Sono grandiosi pataccari; magliari, come dicono a Roma. La verità è che, come dice Marchionne, investire in Italia è una pazzia, un gesto eroico. L’unica nostra forza è la bomba del defoult. Per il resto non contiamo nulla e la politica di ostracismo verso i governi italiani ha lasciato solo cenere.