BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Piazza Affari e Bce: chi salverà l’Italia dal nuovo 1992?

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Tanto più che il buon Draghi è già alle prese con l’aumento del tasso Eonia (Euro OverNight Index Average), ovvero il tasso cui fanno riferimento le operazioni a brevissima scadenza (overnight), calcolato come media ponderata dei tassi overnight delle operazioni svolte sul mercato interbancario comunicati alla Banca centrale europea (Bce) da un campione di banche operanti nell’area euro (le maggiori banche di tutti i paesi dell’area Euro). Ce la farà Draghi a limitare questo aumento? E come? Oppure farà lo stesso errore compiuto dopo la prima asta Ltro di dicembre 2011? Tanto più che il tasso Eonia è anche utilizzato come riferimento per diversi strumenti derivati.

Insomma, non vorrei essere troppo pessimista, ma temo che il sistema stia veramente saltando. Con somma gioia degli Usa, i quali nonostante fiscal cliff e debt ceiling, chissà come mai, quando cadono in disgrazia possono sempre contare su una contemporanea crisi europea che nasconde le loro magagne e permette, chissà come, al dollaro di deprezzarsi ulteriormente e mettere il turbo all’asfittico export (altro che Libor, la manipolazione in atto sul cross euro/dollaro è da Tribunale dell’Aja). Attenzione, come vi ho già detto, siamo di fronte a un altro 1992. Stessi mandanti, stessi esecutori, stessi obiettivi. E questa volta rischiano di portare a casa il risultato pieno.

 

P.S.: Se pensate che io sia troppo pessimista - come dal 2011 mi rinfaccia qualche lettore, che invito a guardarsi attorno per vedere se ero io menagramo o qualcun’altro irresponsabile - vi faccio solo notare che il titolo Monte dei Paschi è attualmente il più attivo per lo short selling da parte degli hedge funds, con una lending pool - ovvero il numero di titoli disponibili a essere presi in prestito per la pratica speculativa - pari al 75% del totale, stando ai dati di Markit. Mps è come Lehman Brothers, morta. E noi la stiamo tenendo in vita con soldi elettorali che escono dalle nostre tasche. Odey Asset Management ed Egerton Capital, due potenti hedge funds londinesi, hanno aumentato le loro posizioni ribassiste, come confermano i dati della Consob. Auguri, ormai siamo ai titoli di coda.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
05/02/2013 - il cambio è il riflesso di un altro problema (Fabrizio Terruzzi)

le manovre sul cambio Euro/dollaro sono da corte dell'Aja e Draghi & Merkel non se ne accorgono e niente fanno? Inermi pecorelle che si fanno docilmente sbranare dal lupo? Il problema è un altro: che alla Germania può andar bene anche un cross €/$ di 1,4-1,5 tanto ha un avanzo commerciale superiore a quello della Cina (!!), mentre i PIGS avrebbero bisogno di un cambio, tanto per dire, ad 1,0-1,1. Il vero problema è quindi questo: come fanno paesi tanto diversi e con interessi così in conflitto a stare assieme in un'unica area economica e monetaria? Oppure come si possono ridurre questi enormi contrasti? Aspetto invano da due anni di leggere qualche valida proposta in proposito da parte dei responsabili europei (Monti incluso). Non mi pare tale quella che si limita all'imposizione di una cieca austerità di bilancio, in quanto poco "attinente".