BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ENI-SAIPEM/ Maxi tangente in Algeria, indagati Paolo Scaroni e altri sei dirigenti

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Nell’inchiesta sulla presunta corruzione internazionale in Algeria sarebbero indagate altre sette persone, tra cui il dirigente Saipem Pietro Varone, Tullio Orsi, ex dirigente della stessa società, Pietro Tali, ex amministratore delegato Saipem, Alessandro Bernini, ex direttore finanziario Saipem, e altri due dirigenti della stessa, Antonio Vella e Nerio Capanna. Sembra sia indagato anche Farid Bedjaoui, colui che avrebbe fatto da intermediario con la società di Hong Kong che avrebbe ricevuto la maxi tangente.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
07/02/2013 - ma questi magistrati per chi lavorano? (Emilio Colombo)

mi ripeto rispetto alla questione ILVA ma qs gente che paghiamo lavora per l'italia o per qualcun altro? 1+1 non farà 2 ma insomma... noi mangiamo perchè trasformiamo le materie prime che compriamo, viviamo di export e non abbiamo l'energia...non lo sanno tutti? Ovviamente nei paesi più poveri e devastati di noi la corruzione non esiste, negli altri paesi più ricchi di noi la corruzione non esiste, esiste solo in italia, e i grandi business internazionali nei settori strategici sono gestiti sicuramente da gente immacolata e perfetta e ovviamente non possono essere italiani (brava gente ma inaffidabili come è noto). Mi verrebbe da pensare che se ho una torta da dividere in 190 fette e viene meno uno dei commensali, gli altri 189 guadagnano briciole, ma se i commensali sono meno di 10 e uno non ha le mani pulite....