BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AGENDA MONTI/ Campiglio: meno tasse, i conti non tornano

Pubblicazione:venerdì 8 febbraio 2013

Mario Monti (InfoPhoto) Mario Monti (InfoPhoto)

Ci diceva delle tempistiche...

Salvo alcuni provvedimenti, quali le dismissioni di patrimonio pubblico in cinque anni, non sono stati indicati in maniera precisa i tempi con cui si dovrà procedere. E, con una disoccupazione che viaggia al 12%, non possiamo permetterci di implementare misure che abbiano effetti sul breve-lungo termine.

 

Il programma prevede una serie di misure per rinnovare il mercato del lavoro, quali l’introduzione di un contratto a tempo determinato più flessibile con tutele che aumentino nel tempo.

Senza l’aumento della produttività e il rilancio dell’economia nel suo insieme, ogni misura finalizzata a modificare la disciplina sul lavoro è destinata a lasciare il tempo che trova.

 

Su questo fronte il programma di Monti suggerisce, oltre alle solite liberalizzazioni e al sostegno alle imprese che esportano, l’idea di sviluppare «reti di “business angels” che sostengano finanziariamente la nascita di start up innovative». A questo si aggiunge la volontà di ampliare il mandato «del Fondo Italiano di Investimento in modo che esso agisca da “pietra angolare” per la nascita di nuovi equity funds e credit funds». Cosa ne pensa?

Un tripudio di immagini anglosassoni… Mi sembrano misure un po’ generiche. Giuste, magari. Ma in tempi normali. Non di certo prioritarie in questa fase, dove le imprese falliscono, in primo luogo, perché non riescono a esigere dallo Stato il pagamento di quei 70 miliardi di euro che le pubbliche amministrazioni devono loro.

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
09/02/2013 - votare ad occhi chiusi (luisella martin)

Dalle agende di Monti, Bersani e di molti altri (Berlusconi almeno ci prova, anche se é il solo a farlo) sembra di leggere il resoconto di una conferenza sul tema:-come salvare sia l'Italia che la carriera dei politici- Idee diverse, ma tutte valide! Purtroppo i politici devono occuparsi di uomini, anzi principalmente degli "altri" uomini e non di teorie politico-economico-finanziarie! Dato che in molti, anche fra i giornalisti, sembrano non vedere il dramma di molti cittadini italiani, vorrà dire che andrò a votare ad occhi chiusi anche io. Tanto, sia che si voti, sia che si stia a casa, sia che si scelga un partito piuttosto che un altro, le cose andranno come devono andare (sul ciglio del burrone non si può stare per molto!). Il problema sorgerà dopo le elezioni, quando i corrotti dovranno scomparire oppure accettare la severità della giustizia del popolo in tempi di rivoluzione, che é già iniziata.