BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VERTICE UE/ Borghi: il "colpo di coda" del Prof. illude l'Italia

Pubblicazione:

InfoPhoto  InfoPhoto

Assolutamente illusorio. Non c’è niente di tutto questo all’orizzonte, anche perché ogni politica di crescita o di spesa, in un sistema come quello europeo, è fattibile solo se qualcuno paga. Ovviamente, finora, questo non è mai avvenuto. Certo, potrebbe pagare anche l'Italia, ma solo se ci fosse una garanzia totale sul debito pubblico, uno spread azzerato e un debito pubblico al livello di quello tedesco. Solo in quel caso lo Stato italiano potrebbe permettersi di spendere di più per aumentare il proprio deficit e rilanciare l’economia, anche se comunque non si risolverebbe il problema della competitività.

 

E come si pone l'Italia rispetto agli obiettivi indicati nel Fiscal Compact? 

L’Italia ha fatto un “agreement” con cui si impegna al pareggio di bilancio e al rientro del debito in un periodo di vent’anni. Io, francamente, di flessibilità non ne vedo. Queste due condizioni, infatti, sono raggiungibili solamente con la crescita, però ecco che in questo modo torniamo a quanto stavamo dicendo in precedenza. La leva fiscale è stata ampiamente utilizzata, dimostrando successivamente tutti i suoi effetti negativi: l'Italia si è di fatto ritrovata con un debito/Pil notevolmente più alto rispetto all’inizio della manovra, un risultato esattamente opposto a quanto indicato nel Fiscal Compact.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
16/03/2013 - monti illusionista (delfini paolo)

Monti parla ancora di"crescita"... ma lo vada a raccontare al nonno!