BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DOPO IL VOTO/ Arrigo: ci vuole un "Grillo tecnico" per abbassare le tasse

Pubblicazione:sabato 2 marzo 2013 - Ultimo aggiornamento:sabato 2 marzo 2013, 18.57

InfoPhoto InfoPhoto

Un governo tecnico puro alla Monti non avrebbe senso dopo un’elezione. Potrebbe essere un’ipotesi soltanto se, esauriti i vari tentativi, risultasse essere l’ultima spiaggia. Purtroppo l’Italia viene da un’esperienza di governo tecnico che non ha dato grandi risultati. Monti ha dimostrato che un governo tecnico è in grado di fare esattamente gli stessi danni di uno politico, ottenendo miglioramenti solo marginali sulla finanza pubblica, a spese di effetti recessivi molto consistenti. Questo esempio non positivo brucia l’ipotesi del governo tecnico, anche perché Monti è riuscito a sommare alla deludente prova di governo una deludentissima prova elettorale.

 

Quindi a Bersani non resta che il governo di minoranza?

Sgombriamo il campo da equivoci, la probabilità che il M5S entri in un governo presieduto da Bersani è vicina allo zero, e comunque anche se accettasse, la probabilità che rispetti gli accordi è altrettanto bassa. Bersani inoltre non è nelle condizioni per poter guidare un governo di minoranza, in primo luogo perché di volta in volta dovrebbe affidarsi a un consenso, esplicito o implicito, del M5S. Trovo difficile che i grillini smettano di additare Bersani come un avversario. In secondo luogo, Bersani non può guidare il prossimo governo perché, pur essendo arrivato primo, non ha vinto le elezioni.

 

Che cosa potrebbe fare quindi Bersani?

Cercarsi una figura autorevole, con una credibilità personale indiscutibile, che possa d’essere d’area, cioè vicino al Pd, ma che non sia un politico di mestiere. Ci vorrebbe cioè un tecnico d’area, una figura che abbia una sua rilevanza tecnica per la sua vita professionale. Forse un altro professore, ma comunque qualcuno che sia più famoso per il fatto di essere un esperto di qualcosa, che non in quanto politico vicino al Pd. Deve essere qualcuno che non sia a priori un nemico dichiarato dei grillini, qualcuno che non sia stato ancora colpito dalle frecce del M5S, perché non stava sul podio al quale loro hanno tirato i bersagli.

 

Che cosa dovrebbe fare questo “tecnico d’area” una volta ricevuta l’investitura di Napolitano?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >