BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SALVATAGGIO CIPRO/ Trovato l'accordo, le Borse festeggiano, lo spread scende

Pubblicazione:lunedì 25 marzo 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Salvataggio compiuto? Mission impossibile realizzata? Cipro è salva? Così sembrerebbe giudicando dall'apertura delle Borse europee che aprono in deciso rialzo mentre lo spread scende vistosamente. E' il risultato di un accordo trovato a notte fonda che evita la soluzione peggiore, l'annunciato prelievo forzato dai conti correnti anche se soltanto da quelli superiori ai 100mila euro. Si è scelta invece un'altra strada: ristrutturazione del sistema bancario. Tra l'altro l'accordo individuato non ha neppure bisogno di essere messo al voto dal parlamento cipriota perché appunto ristrutturazione e chiusura di alcune banche senza interventi di tassazione. Vengono "punite" le banche considerate colpevoli del disastro economico dell'isola e cioè la Popular Bank of Cyprus (Laiki): gli asset positivi e la liquidità data dalla Bce andranno nella nuova Bank of Cyprus. I depositi sotto ai 100mila euro rimarranno alla Laiki, garantiti, gli altri avranno delle perdite ancora non definite nella loro esatta quantità. Secondo alcuni osservatori il piano intrapreso non è un vero tentativo di salvare l'isola dalla bancarotta ma il tentativo di risolvere l'anomalia di un sistema bancario balordo e con poche regole. Borse dunque al via in modo positivo: Piazza Affari ha aperto in rialzo dell'1,1% mentre lo spread è sceso sotto la quota di 305 punti. 



© Riproduzione Riservata.