BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ 2. Gentili: consumi e Pil, ora l'Italia può far saltare la vecchia Europa

InfophotoInfophoto

Ormai i segnali si stanno moltiplicando e occorrerà che se ne prenda pure atto in sede europea. La speranza è che si formi un polo di riferimento che, pur mantenendo i conti a posto, cerchi di correggere, allentare questa scelta politica. Certo che non è facile. 
 

 

Intanto c'è un primo appuntamento per il prossimo 15 di marzo, cioè settimana prossima. 

Sì, c'è questo appuntamento che coincide con la prima convocazione delle Camere in Italia e non so proprio se ci sarà ancora un mandato per il prossimo premier e quale carattere possa avere l'incarico che gli dà il Presidente della Repubblica. In sostanza è un appuntamento dove Mario Monti si presenta con in mano assolutamente nulla. Occorre tenere presente che dopo questa data ci saranno scadenze importanti entro fine aprile: piano di riforma, patto di stabilità. 

 

 

Il voto italiano alla fine avrà inevitabilmente un peso importante sugli assetti europei. 

E' inevitabile. Non poteva essere altrimenti. 

 

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.