BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ 1. Perché la borsa vola mentre l’Italia "crolla"?

InfoPhotoInfoPhoto

L’importante in questo momento pare non chiedersi cosa potrebbe succedere se le banche centrali ritirassero quest’ondata di liquidità. L’importante pare non chiedersi se i mercati potrebbero continuare a correre con le loro gambe senza questo fiume di denaro in regalo. L’importante pare non domandarsi perché, se va tutto bene e addirittura l’SP500 va a segnare nuovi massimi storici, la Fed non inizia a ritirare la liquidità immessa con i Quantitative Easing. Pare che ci voglian dire: godiamoci la festa. Fin che dura.

Rileviamo infine due note di colore. La prima. Dopo l’iniziativa degli scorsi giorni di Bank of Japan, ieri il governatore Kuroda ha sentito la necessità di intervenire nuovamente e ripetere che useranno tutti i mezzi a loro disposizione per raggiungere l’obiettivo di inflazione del 2%. I mercati valutari, dopo un sussulto, son rimasti quieti. La seconda: mentre l’Ue riusciva con sorprendente e inattesa lucidità a definire finalmente la situazione italiana usando parole preoccupanti, il premier Monti si dichiarava soddisfatto per l’approvazione, da parte del Governo, del Documento di Programmazione Economica e Finanziaria. Tronfio del suo operato, stabiliva che “il risanamento è avvenuto, che le finanze pubbliche sono su un sentiero sostenibile e che è stato centrato l’obiettivo del bilancio in pareggio in termini strutturali”.

Speriamo che non arrivi troppo presto la consueta smentita da parte della Corte dei Conti che, nel passato prossimo, ha ricordato che alzare le tasse e dare delle stime di crescita troppo generose non serve a risanare il Paese. La Corte dei Conti ricordò al Governo che aumentare l’imposizione fiscale su una base imponibile più bassa non porta a maggior gettito. Churchill descriveva un Paese con un’economia in contrazione che provava a crescere con l’aumento delle tasse paragonandolo a un uomo con due piedi in un secchio che provava a sollevarsi tirandone il manico.

Speriamo che nessuno smentisca Monti troppo presto, così, anche se per qualche ora, potremo tutti sognare di essere un po’ più ricchi.

© Riproduzione Riservata.