BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ 2. Il "trucco" delle banche dietro al crollo dell'oro

Foto InfophotoFoto Infophoto

Una settimana fa, con l'oro a 1600 dollari l'oncia, Cipro se la sarebbe cavata con 10 tonnellate delle quasi 13,9 che possiede, al prezzo attuale invece ne servono circa 12 di tonnellate. Bene, con un euro/dollaro a 1,315 e l'oro a 1175 dollari l'oncia, Cipro sarebbe fallita, perché non avrebbe abbastanza riserve in eccesso per coprire quei 400 milioni necessari e vincolanti al salvataggio, come da documenti della Commissione europea. Cosa farà a quel punto la Bce? Chiederà alla Banca per i regolamenti internazionali, che ha venduto per anni futures aurei sui margini, di riportare su artificialmente il prezzo? Questo dopo essere stata lei ha innescare turbolenza sull'oro sovrano con il "metodo" Cipro, affiancata dalla Fed che cominciava temere per l'appeal del dollaro come moneta di riferimento e per qualche sua servetta "too big to fail", troppo esposta alla speculazione a debito e collateral driven?

Non è ancora tutto. Il crollo pilotato dell'oro ha riguardato i futures, non l'oro fisico. Negli stessi momenti dell'attacco coordinato, immediatamente i venditori di oro fisico venivano infatti subissati da richieste di compratori, intenzionati ad approfittare del ribasso per fare incetta di lingotti, sterline e rand sudafricani: «Il dealer di monetato Bill Haynes ha comunicato che venerdì gli aspiranti compratori superavano i venditori 50 ad 1 e il prezzo spot sulle monete d’oro e d’argento era il più alto da decenni», scriveva Paul Craig Roberts, già vice-segretario al Tesoro ai tempi di Ronald Reagan. E lo stesso trend ieri è stato confermato dalla Zecca australiana e dai dealers cinesi e giapponesi: oro, oro, tutti a chiedere oro. In vista di una spaccatura dell'eurozona o magari di un'uscita della Germania dall'euro per tornare al marco, pensate che servano futures oppure oro fisico per legare la nuova moneta e renderla la più sicura al mondo, l'idea sfiorata da Putin con il super-rublo aureo, poi abortita? E quello nei forzieri di Cipro, o del Portogallo o magari un domani dell'Italia, secondo voi è oro fisico o di carta, inutile se non per la speculazione pura?

Peccato che mentre il prezzo dell'oro crollava, non si potesse comprare oro fisico, un guasto tecnico non meglio precisato bloccava la piazza londinese per la vendita di bullions. Pensate che siano state la banche d'affari a rendere possibile questa straordinaria coincidenza? Le banche d'affari sono solo mastini che mangiano nella stessa ciotola: sono le banche centrali a decidere se, quando e quanto farli mangiare. Senza il precedente cipriota, sbandierato ai quattro venti e messo in circolo di venerdì, quindi con di fronte il weekend in cui potersi organizzare, il big short semplicemente non ci sarebbe stato. A quanto pare, i 560 miliardi di dollari di valore persi dalle riserve delle varie banche centrali per il crollo del prezzo dell'oro sono stati un prezzo accettabile a fronte di qualcosa di molto peggiore: tipo, una banca d'affari che sarebbe finita a giorni a fare compagnia a Lehman.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
18/04/2013 - VERGOGNA!!!! (Pietro Sita)

Condivido completamente il senso dell'articolo. Vorrei solo fare osservare che le banche d'affari e le banche in genere sono gli azionisti delle banche centrali. Anni fa passò il concetto che le banche centrali dovevano essere indipendenti dai governi. Infatti i governi avrebbero potuto abusare della possibilità di creare moneta per fare i loro porci comodi (come in effetti facevano e comunque continuano a fare). In questo modo ci siamo messi nelle mani delle banche centrali, e quindi dei banchieri, che sono quelli che ci hanno messo in questo casino...complimenti. L'operazione che hanno fatto non sull'oro ma sulla carta che rappresenta l'oro e semplicemente vergognosa, un furto senza scasso con la complicità di signori basisti (organi di controllo delle borse, finanzieri, politici: una vera Banda Bassotti la stessa che vuole derubare l'oro di Cipro) VERGOGNA!!! siamo in mano ad una banda di ladri!