BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SCENARIO/ L’Italia senza "capi" si consegna a Draghi

Mario Draghi (Infophoto)Mario Draghi (Infophoto)

Le virtù private sono però pubblici vizi. Un’Europa a crescita zero a perdita d’occhio diventa ancora più inaccettabile in un contesto globale di deflazione strisciante. La Bce cercherà di compensare le asprezze fiscali di Berlino con politiche aggressive. Si inizierà in giugno o luglio con un taglio dei tassi e poi si replicherà con i rifinanziamenti a lungo termine alle banche o ci si inventerà qualcosa di nuovo.

Si cercherà, a un certo punto, di buttare giù l’euro. Ma, parola di Jens Weidmann, non illudiamoci che la crisi dell’euro possa essere debellata presto. “Forse ci vorranno dieci anni” ha detto il presidente della Bundesbank al The Wall Street Journal. Ecco perché anche dalle parti del Reno è passata la voglia di cambiar macchina.

© Riproduzione Riservata.