BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ Il Napolitano-bis non salva ancora l’Italia dal "tonfo"

InfoPhoto InfoPhoto

Una proposta concreta è apparsa nel Ruhr Economic Pape No.49 a opera di due accademici tedeschi, Christoph M. Schmidt e Benjamin Weigert. Il loro lavoro si intitola “Weathering the Crisis and Beyond: Perspectives for the Euro Area” (Superare la crisi e andare al di là dell’area dell’euro): date le crepe nel disegno iniziale messe a nudo dalle vicende di questi ultimi anni, la fragilità del sistema bancario europeo, i nodi degli Stati ad alto debito sovrano e la crescente convinzione che si è alla prese “con una vera e propria crisi di sistema”, invece di tentare di affrontare le tematiche singolarmente (Fondo salva-Stati, unione bancaria, costituzionalizzazione dei pareggi di bilancio), non è preferibile modificare le caratteristiche dell’eurozona tramite un European Redemption Pact con una forte caratura politica?

Ci sono timide aperture dalla stessa arcigna e burocratica Commissione europea. Ad esempio, il Green Paper su Long Term Financing contiene un pertugio per possibili interpretazioni espansive della spesa per investimenti pubblici. Senza un Governo autorevole, per l’Italia sarà difficile utilizzarle.

© Riproduzione Riservata.