BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DICHIARAZIONE DEI REDDITI/ Slitta la data per presentare il 730 al sostituto d’imposta

Ci sarà più tempo per poter presentare la dichiarazione ai sostituiti d’imposta, ovvero, il soggetto che per legge sostituisce il contribuente nei rapporti con il Fisco

Infophoto Infophoto

Il ministero dell’Economia ha deciso che ci sarà più tempo per poter presentare la dichiarazione dei redditi ai sostituiti d’imposta (ovvero, il soggetto che, a norma di legge, sostituisce il contribuente nei rapporti con l’amministrazione finanziaria) che prestano assistenza fiscale. Tale proroga è stata stabilita attraverso un decreto del presidente del Consiglio dei ministri firmato il 26 aprile 2013. Attualmente, il provvedimento è in corso di pubblicazione in Gazzetta ufficiale. In particolare, i termini per presentare il 730 slittano dal 30 aprile al 16 maggio 2013. Il documento sarà consegnato ai datori di lavoro o agli enti previdenziali (i sostituti d’imposta, appunto) che, a loro volta, avranno tempo per consegnare la dichiarazione dei redditi elaborata fino al 14 giugno 2013 e non più, quindi, entro il 31 maggio 2013. I contribuenti che, invece, si avvalgano dei Caf, di dottori commercialisti, o di altri istituti intermediari abilitati, dovranno presentare il proprio modello 730 entro il 31 maggio 2013. Non è chiaro, tuttavia, un aspetto fondamentale: normalmente, infatti, l’eventuale rimborso dell’imposta viene erogato direttamente nella busta paga di luglio, o con la rata della pensione di agosto o settembre; stesso discorso vale nel caso emerga un saldo a debito (le somme vengono trattenute in busta paga o sulla pensione nei medesimi periodi). Ebbene, resta da capire, con lo slittamento della presentazione, quando saranno erogati eventuali rimborsi e quando saranno effettuate eventuali trattenute.

© Riproduzione Riservata.