BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MUTUI/ Famiglie e banche, dallo Stato un'altra "mazzata"

Pubblicazione:lunedì 8 aprile 2013

InfoPhoto InfoPhoto

Sì, probabilmente bisognerebbe semplificare. Quando si devono coinvolgere troppi organismi diversi, i passaggi diventano più complessi e se si tratta di un rinnovo quasi automatico di un provvedimento che era già stato varato, tanto più si dovrebbe essere capaci di snellire i passaggi. Occorre ridurre il numero dei passaggi al momento del rinnovo, dal momento che non si tratta di nulla di nuovo ma di qualcosa che insiste su un fondo che già esiste.

 

Più in generale, come valuta i provvedimenti inclusi nel fondo di solidarietà?

Questo tipo di intervento è stato pensato per aiutare le banche, nel senso che attraverso questo accordo poi è possibile non mettere in sofferenza il prestito e la posizione. Per le banche questo fatto rappresenta una boccata d’ossigeno. Bisogna inoltre valutare se i soldi presenti nel fondo siano sufficienti per soddisfare tutte le istanze.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.