BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IMU/ Berlusconi ribadisce la fiducia al governo solo se si abolisce la tassa

Pubblicazione:domenica 5 maggio 2013

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Silvio Berlusconi approva la decisione del governo di promuovere un decreto che renderà ufficiale la sospensione a giugno del pagamento della tassa sulla prima casa ma ribadisce con toni decisi la sua posizione: la fiducia al governo cadrà se l'Imu non verrà abolita. Lo ha detto stamane parlando al Tg4: è una tassa che provoca un danno all'economia ha detto. E una tassa che produce negatività nelle famiglie, ha detto ancora, provocando incertezza sul futuro e riduzione dei consumi. "È un'imposta che tocca il bene più sacro, il pilastro su cui ogni famiglia ha il diritto di costruire la sicurezza propria e dei figli. Andare a toccare la casa induce paura, timore nella psicologia delle famiglie; ciò comporta una negatività diffusa, per cui le famiglie cominciano ad avere incertezze, a consumare meno e a non investire più" ha spiegato. Ha poi ricordato quanto detto in campagna elettorale, e cioè rimborsare chi ha pagato l'Imu nel 2012: lo stato deve fare un atto riparatore per riappacificare stato e cittadini. Lo stato deve tornare a garantire e difendere gli italiani, ha detto, e non deve invece essere uno stato nemico.  "Lanciamo questo segno di uno Stato che riconosce di avere sbagliato e che rende quanto richiesto ai cittadini con una tassa ingiusta e dannosa per tutta l'economia". Ci potrebbe però essere un fatto che renderebbe vane le parole del Cavaliere: proprio in queste ultime ore il M5S ha fatto sapere tramite il capogruppo al senato Vito Crini che i cinque stele son pronti a votare il sì al decreto di sospensione dell'Imu. Il che renderebbe inutile il no del Pdl. Crimi ha però voluto precisare che non si tratta di un sì "orizzontale" ma che il governo deve essere pronto a garantire le soglie di reddito basse. 



© Riproduzione Riservata.