BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Fassina: Berlusconi vuol sforare il 3%? I patti con l’Ue sono "colpa" sua

Pubblicazione:martedì 18 giugno 2013 - Ultimo aggiornamento:martedì 18 giugno 2013, 8.34

Stefano Fassina (InfoPhoto) Stefano Fassina (InfoPhoto)

Quell’elenco può dare solo un piccolissimo contributo. Le agevolazioni fiscali servono per obiettivi molto importanti, come le detrazioni per il coniuge o i figli a carico, i mutui, i redditi da lavoro e le pensioni. Nonostante la lunghezza della lista stiamo parlando di poche voci molto rilevanti in termini di impatto economico e sociale, che assorbono la stragrande maggioranza delle risorse.

 

Il governo ruscirà ad attuare il taglio del cuneo fiscale?

Il taglio del cuneo fiscale è una misura che va considerata nell’ambito degli spazi di finanza pubblica che abbiamo a disposizione, e oggi la priorità è la domanda interna. In questo momento mi concentrerei sulle misure di sostegno alla domanda, agli investimenti e al potere d’acquisto delle famiglie. Per quanto riguarda il cuneo fiscale, mi concentrerei sulla parte che aumenta il reddito netto destinato alle famiglie.

 

Come intendete proseguire per quanto riguarda la restituzione dei debiti che la Pubblica amministrazione ha con le imprese?

Ritengo che si debba accelerare. Siamo di fronte a un fatto patologico, che è sempre molto pesante, ma che risulta insopportabile in una fase di credit crunch come quella attuale. Occorre accelerare e anticipare alla seconda metà del 2013 un’ulteriore tranche di pagamenti, in particolare per quanto riguarda quelli che fanno riferimento a spese di parte corrente, in modo da non dovere peggiorare il deficit dell’anno in corso. Accelerare i pagamenti vorrebbe anche dire trovare le risorse per coprire un rinvio dell’aumento dell’Iva all’anno prossimo e poi procedere alla cancellazione dell’aumento con la legge di stabilità.

 

Come si presenterà e che cosa chiederà l’Italia al Consiglio Ue di fine giugno?


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >