BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ 1. Giannino: gli Usa "regalano" un’estate di fuoco all'Italia

InfophotoInfophoto

Del governatore della Bank of England, Mervyn King, che ieri in un’audizione al Parlamento ha accusato il governo britannico di fare comunella con le banche e di aggirare il regolatore. Anche lui ha detto che siamo lontanissimi da poterci permettere cambi di segno nella politica monetaria e che la crescita è tutt’altro che soddisfacente.

Meglio i banchieri centrali dei politici?

È un paradosso: continuiamo a chiedere che sia la politica a prendere per le corna il toro della crisi, ma fino a oggi la politica non ha saputo dare risposte.

Cosa avrebbe dovuto fare la politica?

In questi giorni di ballo terrificante dei mercati e di ritorno degli spread non c’è stato un solo politico di livello europeo che abbia avuto la forza di rivolgere a Washington, alla Fed e a Obama, una qualunque parola sugli effetti che ricadono sull’Europa dal cambio di segno della politica monetaria americana. I banchieri centrali hanno dimostrato di saper dare una risposta. Questo ci deve far riflettere.

© Riproduzione Riservata.