BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DETRAZIONI FISCALI 2013/ Bonus 65% e 55% ristrutturazioni case e mobili, ecco come funzionano (scheda)

Fotolia Fotolia

Ristrutturazioni edilizia - «Sono prorogate di sei mesi le detrazioni per i lavori di ristrutturazione. Il bonus è stato confermato al 50%, fino a una spesa di 96 mila euro. Si avrà tempo sino al 31 dicembre 2014».

Bonus Mobili - «Si tratta di una novità: anche i mobili acquistati godranno della detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. Il tetto di spesa massima è di 10mila euro, mentre l’acquisto dovrà essere necessariamente correlato al lavoro di ristrutturazione. Se un cittadino avrà rifatto, per esempio, la cucina, non potrà godere dell’incentivo per l’acquisto di un letto matrimoniale».

COME OTTENERE L’INCENTIVO - «La spesa dovrà essere necessariamente effettuata con un bonifico. Sarà necessario indicare, in esso, la causale dell’intervento e la partita Iva dell’azienda e il codice fiscale del committente. Per l’ottenimento del bonus fa fede la data del bonifico (che per ottenere i nuovi bonus sarà possibile effettuare a partire dal primo luglio) e non quella, per esempio, di inizio e fine dei lavori. Per tutte le altre pratiche (documentazione all’Asl, fatture, documentazione edilizia, ecc…), non dovrebbero esserci problemi di alcun tipo: tutti i lavori di questo genere, normalmente, non sono effettuabili in autonomia. Occorre affidarsi a dei professionisti. Fa parte del loro lavoro sapere di quale documentazione c’è bisogno ed entro quando presentarla. Tanto più se si tratta di un intervento condominale. In quel caso, si dovrà occupare di tutte la pratiche l’amministratore di condominio».

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.