BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRISI/ Dati Istat: 4,8 milioni di poveri assoluti nel 2012, record dal 2005

Cresce il numero dei poveri assoluti in Italia, passati nel 2012 all'8% dell'intera popolazione italiana, una cifra mai così alta dal 2005. Ecco i dati diffusi e resi noti

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

I dati relativi al 2012 forniti dall'Istat rivelano che lo scorso anno si è toccata la cifra più alta in Italia per quanto riguarda i poveri assoluti: 4,8 milioni di persone pari all'8% dell'intera popolazione italiana. Si tratta della percentuale più alta toccata dal 2005. Rispetto al 2011 la cifra è aumentata del 2,3%. Cosa significa povertà assoluta? Secondo Istat si tratta di tutte quelle persone che non posso permettersi l'acquisto di un paniere minimo di beni e servizi essenziali: il valore del paniere è determinato dalla tipologia familiare e dalla zona di residenza. La situazione di povertà relativa invece, dove non si riesce a sostenere la spesa di 990,88 euro in una famiglia di due componenti tocca il 15,8% della popolazione pari a 9,5 milioni di persone. In definitiva sempre secondo l'Istat il numero delle persone povere aumenta sia in termini relativi, dall'11,1 al 12,7% che in termini assoluti, dal 5,2 al 6,8% in tutto il paese. 

© Riproduzione Riservata.