BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Le due leve di Draghi per dare credito alle imprese

Mario Draghi (Infophoto)Mario Draghi (Infophoto)

Anche combinando i due scenari, il credito privato non aumenterebbe, anzi! Qui si collega l’acquisto degli Abs, che alleggerirebbe i bilanci bancari riducendo le spinte a un credit crunch secondario, e fornirebbe un incentivo alla concessione di credito “gradito” (funzionale all’impacchettamento di ulteriori Abs che siano “graditi” alla Bce o ad altro ente creato ad hoc). Questo apre anche le porte a una politica creditizia europea guidata dalla Bce (che comunque dovrà “creare” la liquidità necessaria): ad esempio, se si vuol spingere l’edilizia, si può impostare una politica di acquisto di Abs su crediti bancari concessi all’edilizia, il che spingerà le banche a finanziare il settore potendo poi “rigirare” il rischio di credito alla Bce (per chi non ha la memoria corta, è uno schema identico a quello cui partecipavano Freddie Mac e Fannie Mae con le banche americane, poi sfociato nel fenomeno subprime).

A parte trasformare ulteriormente il settore imprenditoriale bancario in una mera burocrazia, il combinato delle due politiche monetaria e creditizia permetterà (forse) un alleggerimento del bilancio Bce, la tenuta o lo stimolo “guidato” del credito, e il sostegno del debito pubblico. Incidentalmente, si capisce anche quanto senso abbia una vigilanza bancaria omogenea, anzi un’unione bancaria, per tutta l’Unione: rendere gli effetti della nuova politica monetaria e creditizia uniformi - e gestibili - su tutta l’area.

Draghi ha detto che la disoccupazione ha raggiunto livelli “inaccettabili” e questa è una “fonte primaria di preoccupazione per i responsabili economici” europei. Draghi è un “responsabile economico”, e in effetti il mandato della Bce comprende obiettivi reali in subordine a quelli monetari. La track record dei prezzi dice che spesso gli obiettivi monetari sono stati subordinati a quelli reali; tutto sommato, di nuovo ci sono gli strumenti, ma non la direzione della politica della Banca Centrale.

 

www.ideashaveconsequences.org

© Riproduzione Riservata.