BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

USA/ Pil cresce oltre le aspettative, a +1,7%

Nel secondo trimestre del 2013 il Pil è cresciuto dell’1,7 per cento, decisamente più delle aspettative di Wall Street che aveva stimato la crescita all’1,1 per cento

infophoto infophoto

Comunque la si voglia interpretare, gli Usa restano il traino dell’economia mondiale. Di sicuro, di quella europea. Certo, loro possono stampare moneta, e lo stanno facendo a ritmi serrati, continuando a immettere nel mercato enormi quantitativi di liquidità. Tuttavia, il Paese sta evidentemente puntando, contestualmente, sull’economia reale, sulle proprie imprese. Nel secondo trimestre del 2013, infatti, il Pil è cresciuto dell’1,7 per cento, decisamente più delle aspettative di Wall Street che aveva stimato la crescita all’1,1 per cento. Un andamento inaspettato per gli analisti, secondo i quali potrebbe indurre la Federal Reserve a ritirare le sue misure straordinarie di sostegno all’economia entro l’anno. E’ attesa in queste ore la decisione della Banca centrale americana sui tassi. Il dato del primo trimestre invece è stato rivisto al ribasso con un taglio a +1,1 per cento da +1,8, Reagisce bene alla notizia il dollaro, in rialzo sia sullo yen che sull’euro; la valuta statunitense ha toccato il massimo di 98,52 contro yen per poi scendere a 98,35 yen. L’euro, invece, è salito a 1,3213 per poi posizionarsi a 1,3225.

© Riproduzione Riservata.