BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CRISI GRECIA/ Un nuovo salvataggio può arrivare dai tribunali

InfophotoInfophoto

Per finire, la perla. Dopo aver imposto un’austerità di bilancio che ha portato la Grecia all’agonia totale, adesso quei geniacci della troika vogliono autorizzare le banche del Paese a confiscare le case di chi non riesce a far fronte ai debiti, pratica attualmente impossibile in quanto espressamente vietata da una legge. In un futuro prossimo, però, le banche elleniche potrebbero essere autorizzate a confiscare le case con un valore superiore a 200mila euro e i cui proprietari non riescono a far fronte al debito ipotecario contratto con gli istituti di credito. Il vice ministro dell’Economia, Thanasis Skordas, ha riferito che il governo di Atene sta considerando la richiesta della troika, pensando di iniziare con un’eliminazione parziale dell’attuale divieto di confisca.

Avendo un tasso di default sui mutui già al 27%, ci manca soltanto per le banche di ritrovarsi nel bilancio immobili che nessuno vorrà comprare - manca la domanda in Grecia, non certo l’offerta - e che con ogni probabilità verranno messi forzatamente all’asta con un taglio del loro valore che già si stima da un minimo del 12% a un massimo del 21%. Perdita che le banche confiscatrici dovranno scontare a bilancio, salvo qualche simpatico trucco contabile del governo. E con una situazione simile, a vostro modo di vedere, Atene resisterà fino all’inizio del 2014 prima di dover essere salvata un’altra volta?

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/08/2013 - Previsioni (un po' azzardate)... (Giuseppe Crippa)

Grazie a Bottarelli per la segnalazione a Letta e Saccomanni che devono accantonare qualche miliardino di euro da prestare a fine anno alla Grecia: una ragione di più per non abolire l’IMU (se non formalmente) sulla prima casa. L’on. Berlusconi – che della forma è cultore raffinatissimo – non creerà alcun problema, anzi, in cambio dell’agibilità politica, sponsorizzerà l’operazione ed arriveremo col Governo Letta anche al Ferragosto 2014. Intanto, Buon Ferragosto 2013 a tutti!