BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPREAD/ Deaglio: il "trucco" della Spagna per superare l’Italia

Pubblicazione:mercoledì 11 settembre 2013

Mariano Rajoy (Infophoto) Mariano Rajoy (Infophoto)

Abbiamo sommato un male di lungo periodo, il lento declino delle nostre presenze in settori importanti come l’elettronica, alla crisi che ci è piombata addosso. Ora, rispetto alla crisi, forse siamo giunti alla fine: tutti gli indicatori produttivi sono vicini allo zero, mentre in alcuni comparti ha iniziato a ricomparire il segno più. Tuttavia, il male di fondo resta: siamo privi di una politica industriale.

 

Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha detto che la recessione ci ha salvato dal default. Cosa ne pensa?

Credo che sia così. I media non hanno mai valutato appieno la drammaticità della situazione che si era creata alla fine del governo Berlusconi. Per semplificare: l’Italia deve restituire ogni anno circa 300 miliardi di euro di debito, ovvero circa uno al giorno. E, ogni giorno, per restituire un miliardo di debito, va sui mercati, e ne chiede un altro (vanno intese in questo senso le aste di titoli). Era successo che, improvvisamente, nessuno voleva più prestarci un miliardo al giorno. Non ci restava che fare default o tagliare radicalmente le spese bloccando comunque la vita del Paese. Tutto questo è stato superato. Un miliardo al giorno, ora, ci viene prestato senza particolari problemi. E a un tasso che è da Paese normale, seppur si avvicina al limite alto. Se poi l'Italia deciderà di voler aprire una crisi politica o varare provvedimenti che introducono spese aggiuntive, tutto si deteriorerà di nuovo. 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.