BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

BEPPE GRILLO/ L’Italia 49esima per competitività? Colpa di tasse, p.a. e giustizia

Il blog di Beppe Grillo interviene sulla rilevazione del World Economic Forum, la classifica realizzata dal quale ci piazza al 49esimo posto per competitività, alla stregua del Kazakistan

InfophotoInfophoto

Il blog di Beppe Grillo interviene sulla rilevazione del World Economic Forum, la classifica realizzata dal quale ci piazza al 49esimo posto per competitività, ovvero 7 posizioni in meno rispetto allo scorso anno, alla stregua del Kazakistan, collocato nella medesima posizione. Marco Di Gregorio, autore del post, fa presente che la classifica è il frutto di 114 differenti valutazioni. «A tenerci in questa posizione è in primo luogo la dimensione di quella che resta una delle prime dieci economie del pianeta e l'eredità di un recente passato da benestanti». Tra i problemi maggiori, vi è il fatto che tra pubblico e privato, tra istituzioni e imprese, il gap sia più alto che in qualunque altro Paese del resto del mondo. «Nella sfera imprenditoriale e dell'Innovazione siamo in quasi tutti i fattori davanti alla nostra media». Per quanto riguarda, invece, le istituzioni, siamo sotto la media in addirittura 20 parametri su 22. Se siamo l’unico Paese del G7 che, attualmente, è ancora in recessione, è perché, tra le altre cose, il nostro sistema giudiziario è al 145esimo posto, mentre rispetto alla regolamentazione ci «sono solo 2 paesi su 148 peggio di noi». Come debito pubblico, invece, fanno peggio di noi solo in 4 mentre, per quanto riguarda la tassazione, siamo proprio gli ultimi.

© Riproduzione Riservata.