BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPY FINANZA/ La "scommessa" sospetta sull'Italia dietro il rialzo della Borsa

Pubblicazione:martedì 14 gennaio 2014

Infophoto Infophoto

In compenso, alle 16 di ieri, il Ftse Mib rompeva i massimi di giornata, nonostante l’apertura negativa di Wall Street e continuava la sua cavalcata garantita dalla pletora di investitori che si sono posti long sull’Italia, sul suo indice principale e sui titoli azionari, che ieri hanno conosciuto una quantità di upgrades manco fossimo il Paese più sano del mondo, Enel addirittura due nella stessa giornata. Non sarà, allora mi chiedo, che la finanza che conta sia stata politicamente rassicurata sul futuro del nostro Paese e giochi in modalità rialzista senza guardare minimamente ai nostri dati macro ma unicamente alla Borsa e al capitale?

Chi ha promesso cosa? Quale agenda entusiasma tanto chi opera sui mercati e fa scoppiare scandali a orologeria che potrebbero accorciare la vita al governo Letta e spalancare le porte al voto anticipato in maggio? L’Italia ha stipulato, senza saperlo, un’assicurazione sulla vita. Volete conoscere le clausole? Eh no, così chiedete troppo. Godetevi la Borsa che vola verso quota 20mila punti, il resto arriverà a suo tempo. Come in Grecia, in Portogallo, a Cipro..

 

P.S.: Resta fredda l’inflazione in Grecia. A dicembre, l’indice dei prezzi al consumo è sceso dello 0,9% rispetto a novembre e dell’1,7% su anno. Lo comunica Elstat, l’istituto di statistica greco, sottolineando che prosegue la tendenza deflattiva comparsa in marzo. A dicembre, le variazioni negative dei prezzi più accentuate sono state registrate dai settori beni e servizi (-4,6%), educazione (-4%), hotel e ristorazione, abbigliamento, cultura e intrattenimento (-3%). In aumento del 3% su anno i prezzi di bevande alcoliche e tabacchi e quelli della salute, cresciuti dello 0,8%. Deflazione da marzo 2012 e non molla, con la ratio debito/Pil verso il 170%. Sì sì, la Grecia si è proprio lasciata la crisi alle spalle...



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.