BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FIAT/ Giannino: 100 anni di aiuti e ora il Lingotto "abbandona" l'Italia

Sergio Marchionne e John Elkann (Infophoto)Sergio Marchionne e John Elkann (Infophoto)

Il capo azienda americano ragionerà sull’ottimizzazione dei margini tra tutti gli stabilimenti mondiali del gruppo. È questa la prospettiva, anche utile secondo me. Non si può proprio dire che la Fiat sia un modello nei rapporti con la politica: non lo è stata nei cento anni precedenti e secondo me non è stato un rapporto franco neanche in questi ultimi dieci. Per Marchionne rimane un’ultima sfida.

 

Quale sfida?

Quando si decide l’Ipo (la quotazione in borsa del gruppo nato dalla fusione di Fiat e Chrysler) Marchionne deve puntare all’ingresso di un grande partner asiatico, di un alleato finanziario e industriale, nel capitale di Fiat-Chrysler. Solo così può pensare di recuperare in termini brevi-medio-lunghi il gap attualmente incolmabile con General Motors e Volkswagen sul mercato cinese e asiatico. Sia esso Mazda, un giapponese, un cinese. Anche Psa, malgrado i miliardi che avuto dallo Stato per salvarsi, è stata costretta a un ragionamento implacabile.

 

Cioè?

General Motors esce dal capitale di Psa perché continua ad avere Opel in perdita e Psa imbarca i cinesi di Dongfeng che possono arrivare al 25% del capitale. Fiat-Chrysler ha bisogno di qualcosa di simile, non potendo certo offrire il 25%, ma una quota più bassa. Questa è la vera grande sfida di Marchionne per il 2014. Una sfida che non ha niente a che vedere con l’Italia. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/01/2014 - Dietrologia. (luciano dario lupano)

Aiuti? Quando la Fiat, per motivi storici di mancata produzione, avrebbe dovuto disfarsi di migliaia di Dipendenti i Sapientoni, che non c'erano o se c'erano facevano finta di non vedere, cosa avrebbero suggerito? Non si puo' avere la moglie ubriaca e la botte piena cioe' Ditta privata ma tappabuchi di politicanterie varie, altrimenti come è avvenuto la Collettivita' ne paga il prezzo! Ripassatevi gli Anni 70 e onestamente ne trarrete le conclusioni ed infine gli Italiani siano piu' orgogliosi dei loro prodotti perchè con un mercato interno inesistente non si va da nessuna parte e Marchionne/CDA lo sanno!