BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

MINI-IMU/ Saccomanni difende l’imposta: è equa

Il pagamento della cosiddetta "mini-Imu" da effettuare entro il 24 gennaio garantisce "un trattamento equo dei contribuenti". Lo ha assicurato il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni 

Il ministro Saccomanni (InfoPhoto)Il ministro Saccomanni (InfoPhoto)

Il pagamento della cosiddetta "mini-Imu" da effettuare entro il 24 gennaio, "ultima data utile per consentire la contabilizzazione nel 2013", garantisce "un trattamento equo dei contribuenti, non discriminandoli in base alla tempistica con cui i Comuni sono intervenuti sul tributo". Lo ha assicurato il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni parlando in Commissione Finanze alla Camera. L'imposta, ha aggiunto il numero uno di Via XX Settembre, vale complessivamente 400 milioni di euro, cioè "meno del 10%" dell'Imu 2013 che non è mai stata versata, mentre gli aumenti delle aliquote Imu da parte dei Comuni (che hanno di fatto portato alla creazione della nuova imposta) "si sono resi necessari per salvaguardare l'equilibrio di bilancio data l'impossibilità di attivare strumenti impositivi alternativi". Saccomanni ha precisato che il governo è "cosciente dell'impatto di queste misure sul settore finanziario e assicurativo, ma si trattava di identificare un ammontare certo di risorse in un lasso di tempo molto breve". Un'operazione, ha concluso il ministro, "particolarmente complessa".

© Riproduzione Riservata.